Depressione sintomi

Depressione sintomi

Depressione sintomi e significato

Il disturbo depressivo maggiore, noto anche come depressione clinica, depressione maggiore, depressione endogena, depressione unipolare, disturbo unipolare o depressione ricorrente (nel caso di ripetuti episodi) è una patologia psichiatrica o disturbo dell’umore, caratterizzata da episodi di umore depresso accompagnati principalmente da una bassa autostima e perdita di interesse o piacere nelle attività normalmente piacevoli (anedonia).

La depressione (disturbo depressivo maggiore) è una malattia medica comune e grave che influisce negativamente su come ti senti, sul modo in cui pensi e su come agisci.

Fortunatamente, è anche curabile.

La depressione provoca sentimenti di tristezza e/o perdita di interesse per le attività che una volta ti piacevano.

Può portare a una serie di problemi emotivi e fisici e può ridurre la tua capacità lavorativa.

Depressione sintomi

I sintomi della depressione possono variare da lievi a gravi e possono includere:

  • Sentirsi tristi o avere uno stato d’animo depresso
  • Perdita di interesse o piacere nelle attività una volta godute
  • Cambiamenti nell’appetito: perdita o aumento di peso non correlati alla dieta
  • Difficoltà a dormire o dormire troppo
  • Perdita di energia o aumento della fatica
  • Aumento dell’attività fisica senza scopo (p. es., incapacità di stare fermo, camminare, torcere le mani) o rallentare i movimenti o la parola (queste azioni devono essere abbastanza gravi da essere osservabili dagli altri)
  • Sentirsi inutile o in colpa
  • Difficoltà a pensare, concentrarsi o prendere decisioni
  • Pensieri di morte o suicidio

Depressione sintomi iniziali

I sintomi devono durare almeno due settimane e devono rappresentare un cambiamento nel tuo precedente livello di funzionamento per una diagnosi di depressione.

Inoltre, le condizioni mediche (p. es., problemi alla tiroide, un tumore al cervello o una carenza di vitamine) possono simulare i sintomi della depressione, quindi è importante escludere cause mediche generali.

Depressione cause

La depressione colpisce circa un adulto su 15 (6,7%) in un dato anno.

E una persona su sei (16,6%) sperimenterà la depressione in qualche momento della sua vita.

La depressione può manifestarsi in qualsiasi momento, ma in media compare per la prima volta tra la tarda adolescenza.

Le donne hanno più probabilità degli uomini di soffrire di depressione.

Alcuni studi mostrano che un terzo delle donne sperimenterà un episodio depressivo maggiore nel corso della propria vita.

C’è un alto grado di ereditarietà (circa il 40%) quando i parenti di primo grado (genitori/figli/fratelli) hanno la depressione.

Fattori di rischio per la depressione

La depressione può colpire chiunque, anche una persona che sembra vivere in circostanze relativamente ideali.

Diversi fattori possono svolgere un ruolo nella depressione:

  • Biochimica: le differenze in alcune sostanze chimiche nel cervello possono contribuire ai sintomi della depressione.
  • Genetica: la depressione può funzionare nelle famiglie. Ad esempio, se un gemello identico ha la depressione, l’altro ha il 70% di possibilità di avere la malattia prima o poi nella vita.
  • Personalità: le persone con bassa autostima, che sono facilmente sopraffatte dallo stress o che sono generalmente pessimiste sembrano avere maggiori probabilità di sperimentare la depressione.
  • Fattori ambientali: l’ esposizione continua a violenza, abbandono, abuso o povertà può rendere alcune persone più vulnerabili alla depressione.

Depressione malattia

La depressione è diversa dalla tristezza o dal dolore/lutto.

La morte di una persona cara, la perdita del lavoro o la fine di una relazione sono esperienze difficili da sopportare per una persona.

È normale che si sviluppino sentimenti di tristezza o dolore in risposta a tali situazioni. Coloro che sperimentano una perdita spesso potrebbero descriversi come “depressi”.

Ma essere tristi non è la stessa cosa che avere la depressione.

Il processo di lutto è naturale e unico per ogni individuo e condivide alcune delle stesse caratteristiche della depressione.

Sia il dolore che la depressione possono comportare un’intensa tristezza e il ritiro dalle attività abituali.

  • Nel dolore, i sentimenti dolorosi arrivano a ondate, spesso mescolati a ricordi positivi del defunto. Nella depressione maggiore, l’umore e/o l’interesse (piacere) sono diminuiti per la maggior parte delle due settimane.
  • Nel dolore, l’autostima di solito viene mantenuta. Nella depressione maggiore sono comuni sentimenti di inutilità e disprezzo per se stessi.
  • Nel dolore, possono emergere pensieri di morte quando si pensa o si fantastica di “unirsi” alla persona amata deceduta.

Nella depressione maggiore, i pensieri sono focalizzati sul porre fine alla propria vita a causa del sentirsi indegni o immeritevoli di vivere o non essere in grado di far fronte al dolore della depressione.
Dolore e depressione possono coesistere.

Per alcune persone, la morte di una persona cara, la perdita del lavoro o la vittima di un’aggressione fisica o di un grave disastro possono portare alla depressione.

Quando il dolore e la depressione coesistono, il dolore è più grave e dura più a lungo del dolore senza depressione.

La distinzione tra dolore e depressione è importante e può aiutare le persone a ottenere l’aiuto, il supporto o le cure di cui hanno bisogno.

Depressione come uscirne

La depressione è caratterizzato da una persistente perdita di interesse per la vita e da sentimenti di tristezza.

Negli ultimi anni si sente spesso parlare di trattamenti  alternativi come l’arteterapia che è diventata ormai la nuova frontiera della psicoanalisi

L’arteterapia offre a un individuo che si sente sotto pressione o sopraffatto l’opportunità di rallentare ed esplorare i problemi che si verificano nella loro vita.

 Fornisce loro un modo per gestire il proprio comportamento, ridurre l’ansia, elaborare i sentimenti e lo stress. 

La creazione artistica genera una realizzazione di auto-espressione per un paziente

Questo porta a benefici terapeutici come una maggiore comprensione di se stessi, della propria personalità e di ciò che serve per guarire

Questo tipo di comprensione dell’espressione di sé serve come base per l’arteterapia.

Benefici dell’arteterapia per la depressione

L’arte terapia per la depressione può fornire molti tra cui:

  • Migliora l’umore

Numerosi studi hanno dimostrato che le persone scoprono che il loro umore migliora quando sono creative. Questo può aiutare l’individuo a trasformare i propri sentimenti negativi in ​​sentimenti più positivi.

  • Alleviare lo stress

Essere stressati può avere effetti negativi sia sulla mente che sul corpo. La creazione artistica può controbilanciare questi effetti e portare al rilassamento.

  • Ridurre l’ansia

Per molte persone che lottano con la depressione, è presente anche l’ansia. In effetti, l’ Anxiety and Depression Association of America (ADAA) stima che quasi il 50 percento delle persone che hanno una diagnosi di depressione hanno una diagnosi di disturbo d’ansia.

L’arteterapia può ridurre i sentimenti di ansia di una persona e consentire loro di concentrarsi su cose positive secondo uno studio clinico condotto dai ricercatori dell’Università di Leiden nei Paesi Bassi.

  • Aumenta la felicità

Secondo alcuni studi , uno dei tanti motivi per cui le persone lottano contro la depressione potrebbe essere la mancanza di quantità adeguate di una sostanza chimica del cervello chiamata dopamina. Conosciuta per le sensazioni di divertimento, la dopamina può fornire la motivazione necessaria per iniziare un’attività e/o continuarla. La creazione di arte è stata collegata all’aumento della dopamina che, a sua volta, può aumentare i sentimenti di felicità.

  • Scoperta di se stessi

Può essere difficile per qualcuno che sta lottando contro la depressione individuare i propri sentimenti. Lavorare a stretto contatto con un arteterapeuta può fornire informazioni preziose che possono essere utilizzate per affrontare i sentimenti dell’individuo che possono portare a una svolta nella loro depressione.

Richiedi maggiori informazioni


Fonti

https://www.psychiatry.org/patients-families/depression/what-is-depression